Mindfulness

Che cos’è la mindfulness?

Nell’ottica di inquadrare concettualmente il fenomeno della mindfulness può essere utile servirsi del suo contrario: mindlessness che significa inconsapevolezza, noncuranza. La mindlessness indica uno stato di assenza in cui comunemente ci troviamo quando siamo i passeggeri di un viaggio in macchina e arrivati a destinazione non ci rendiamo conto di come abbiamo fatto ad arrivare, non sappiamo descrivere la strada percorsa. Il flusso dei pensieri nella nostra mente ci ha portato altrove, privandoci dell’esperienza del viaggio momento per momento.

Passiamo gran parte del nostro tempo assorbiti da un’intensa attività mentale in cui cerchiamo di valutare, pianificare, costruire idee, opinioni, giudizi sul mondo e su noi stessi. Questa attività mentale può essere utile in alcune circostanze pratiche ma spesso ci allontana dalla semplice esperienza diretta, a volte può diventare una vera e propria fonte di sofferenza, come avviene tipicamente nei problemi emotivi (stress, ansia, panico, depressione ecc.).

La parola mindfulness, traduzione inglese della parola “Sati”, in lingua Pali, letteralmente significa “presenza mentale”, “consapevolezza”. Significa anche “memoria”, intesa come ricordarsi di porre attenzione sull’esperienza presente, con un atteggiamento di disponibilità, apertura, accettazione, con l’obiettivo di raggiungere una consapevolezza profonda, costante e una maggiore capacità di riconoscimento dei propri stati mentali nel “qui e ora”.

La mente assume funzione di pura conoscenza/esperienza, non è altro che lo stato naturale dell’essere umano, senza lasciarsi trascinare dalla proliferazione mentale, dalla confusione, dalle recriminazioni, dai ricordi tristi o felici del passato e dalle preoccupazioni del futuro.

Il nucleo centrale della mente è permettere al presente di essere così come è e di permettere a noi di essere in questo presente.

Lo stato di mindfulness può essere coltivato e raggiunto attraverso la pratica meditativa basata sulla respirazione, sulla postura e sulla direzione dell’attenzione.

La sfida ad appropriarsi di ogni momento della propria vita, inclusi anche i momenti di tristezza, di sofferenza, di disperazione o di paura richiede una pratica regolare che si rivolge alle esperienze interne del momento, come le sensazioni corporee, i pensieri e le emozioni. 

Benefici della pratica

Nel corso degli ultimi anni sono stati elaborati diversi trattamenti, strutturati e validati empiricamente, basati sulla mindfulness e applicati con successo in un’ampia gamma di disturbi fisici e mentali: psoriasi, stress, ansia, depressione, disturbo ossessivo compulsivo, disturbo del comportamento alimentare, dipendenze, ecc.

Ormai numerosissimi studi neurofisiologici e clinici dimostrano che la pratica costante della meditazione ha profondi effetti e benefici  sul cervello e sulla salute fisica e mentale. Rappresenta un metodo efficace per migliorare la nostra vita stressata, integrata nel nostro quotidiano, la pratica della mindfulness può metterci al riparo da crolli nervosi o da problemi di salute. Può prevenire la malattia e l’infelicità ed è anche in grado di riportare la nostra consapevolezza a quello stato di curiosità infantile che da piccoli possedevamo tutti.

La meditazione è una forma di cura?

In realtà la parola cura attiva delle aspettative legate alla guarigione o al miglioramento. Quindi, a un’occhiata superficiale potremmo dire che la meditazione non è una forma di cura perché ci chiede di lasciar andare le aspettative. Però possiamo anche vedere un punto di vista diverso: la meditazione si occupa della sofferenza, in tutte le sue forme, fisiche e psichiche. Quindi, in qualche modo, riguarda proprio la medicina e la psicologia.

Conclusione

La maggior parte del nostro tempo lo passiamo divisi tra pensieri sul passato e preoccupazioni sul futuro: la mindfulness ci aiuta a stare nel presente. È l’unico tempo che abbiamo, l’unico in cui lavorare per cambiare la nostra vita, senza percorrere i cicli del biasimo o dell’impotenza. Abitare il presente è il miglior modo per ottenere il futuro che desideriamo.